banner contatto 2

Biblioteca

 

 

Sostieni l'associazione

 

 

socio

 

banner raccontateci

Rino Zandonai ci manca da undici anni

 

rino zandonai web

 

Rino Zandonai ci manca da undici anni, da quando quel tragico volo da Rio de Janeiro a Parigi nella notte fra il 31 maggio e l’1 giugno precipitò nell’Atlantico, portandosi via 228 persone, fra le quali oltre a Rino, anche Giovanni Battista Lenzi e Luigi Zortea, con i quali aveva condiviso quella trasferta nel segno della solidarietà in Brasile. Undici anni fa il calendario era lo stesso di questi giorni: domenica 31 maggio, lunedì 1 giugno. Questa coincidenza rende ancora vivo e presente il doloroso ricordo di quei momenti.


Dapprima era arrivatala notizia che un volo Air France dal Brasile non era atterrato a Parigi. Poi c’è stata la telefonata di Ivanor Minatti dal Brasile che confermava che il volo di cui si parlava era lo stesso sul quale viaggiavano i tre trentini: non c’erano dubbi, perché Ivanor aveva avuto da Rino la conferma che erano riusciti a salire sull’aereo, nonostante i tempi per la concidenza con il volo partito da Florianopolis fossero strettissimi. In breve la notizia si è diffusa a Trento e in provincia. La sede della Trentini nel mondo, subito riaperta nonostante il ponte per la Festa della Repubblica, è diventata la meta di un mesto pellegrinaggio di persone sconvolte e incredule, con gli occhi lucidi, la voce spezzata in gola, mentre i telefoni squillavano ininterrottamente. È stata una giornata lunghissima.
La scomparsa di Rino, Gianni e Luigi è stata un duro colpo per tutta la comunità trentina perché, come affermò l’allora presidente della Provincia, Lorenzo Dellai, rientravano dal Brasile dove si erano recati «per rappresentare la nostra gente e la grande solidarietà che il nostro popolo sa esprimere».


Scossa e disorientata la Trentini nel mondo ha stretto i denti ed ha proseguito la sua attività con rinnovata consapevolezza, fedele ai sentimenti, alla sensibilità e ai valori che Rino aveva testimoniato nei suoi quasi vent’anni di direzione dell’Associazione. Negli ultimi dieci anni il mondo, anche quello dell’emigrazione, è molto cambiato, basti pensare ai numeri sempre più elevati della «nuova mobilità», che riguarda anche il Trentino. Un fenomeno al quale la Trentini nel mondo sta dedicando attenzione già da qualche anno, sulle orme di Rino, che aveva una riconosciuta capacità di saper guardare avanti. Certi di aver onorato anche in questo modo la sua memoria, ci stringiamo ai suoi cari e ai familiari di Gianni Lenzi e Luigi Zortea.

1