Il 19 maggio 1991 una grande manifestazione ha voluto celebrare i 40 anni di permanenza dei trentini a La Serena, in Cile.

Un evento ripreso dalle telecamere che oggi riproponiamo, recuperando le immagini da vecchie cassette VHS, dove ritroviamo in video i volti dei primi emigrati ed anche alcune voci.

Il 19 maggio 1991, in occasione della celebrazione per i 40 anni dell'arrivo dei primi trentini in Cile, è stato realizzato l’atto ufficiale di omaggio a Gabriel Gonzales Vileda ex presidente del Cile nella piazza che porta il suo nome. Hanno partecipato autorità e pubblico. Rita, Roberta e Giovanna, candidate a Regina della collettività trentina, hanno alzato la bandiera nazionale del Cile. Poi Giovanni Albertini e signora hanno alzato la bandiera italiana. Come ricordo del momento in cui per la prima volta si sono presentati davanti all’ex presidente Gabriel Gonzales Vileda, sono state depositate offerte floreali ai piedi della sua effige da parte dei rappresentanti dei primi coloni arrivati nella zona. Lo stesso hanno fatto il signor Michelangelo Pisani, ambasciatore d’Italia in Cile, accompagnato dal signor Attilio Callegari e alla fine, in rappresentanza della nuova generazione, un gruppo di bambini della colonia trentina. 

Alla fine ha preso la parola il signor Luigi Rizzoli in rappresentanza della collettività trentina:

… il presidente del Cile signor Gabriel Gonzales Vileda e il primo ministro italiano Alcide Degasperi. Quando abbiamo deciso di venire qui in cerca di nuovi orizzonti e migliori possibilità di vita per le nostre famiglie, la decisione è stata difficile visto che dovevamo lasciare tutto quello che con grande sacrificio avevamo costruito. Il nostro viaggio è iniziato con molta nostalgia, lasciando dietro di noi il nostro amato Trentino A Genova salendo a bordo del Amerigo Vespucci abbiamo navigato per 30 giorni, il mare è stato nostro amico e confidente, guardandolo tentavamo di immaginare la nostra nuova casa. Dopo questo lungo viaggio, il 19 maggio 1951 siamo arrivati al porto di Coquimbo, in quel momento provavamo allegria ma anche incertezza per questa terra che non conoscevamo. Poco a poco abbiamo imparato e con sacrificio lavoro e fede abbiamo visto fiorire la terra dove sono cresciuti anche i nostri figli e nipoti. Questa è l’eredità più importante che possiamo lasciare per il progresso di questa nuova patria. Vogliamo in questa forma rendere omaggio al signor Gabriel Gonzales Vileda impegnandoci di fronte al suo monumento a seguire sforzandoci per ingrandire questa regione in riconoscenza della fede che ha avuto in noi. Per questo siamo qui come figli riconoscenti, non solo al signor Gabriel ma anche a tutto questo meraviglioso popolo cileno che in tutti questi anni e sotto tutte le circostanze ci hanno sempre rispettati e sempre ci dimostrarono in tutte le forme che ci vogliono bene. Per questo a nome di tutta la nostra collettività diamo un grande grazie al Cile, grazie a La Serena e Coquimbo e al nostro presidente Gabriel che così lo salutiamo con un forte abbraccio.

Vedi le immagini dell'evento CELEBRAZIONE DEI PRIMI 40 ANNI DI PERMANENZA DEI TRENTINI A LA SERENA 

La foto di copertina "a bordo dell'Amerigo Vespucci - 1951" è tratta dall'archivio storico della Scuola Italiana Alcide De Gasperi La Serena - Chile