Anche quest'anno viene riproposto il progetto, presentato dalla Trentini nel mondo tramite l’Ambasciata Italiana in Uruguay, finanziato dal Ministero degli affari esteri e cooperazione internazionale

In tredici scuole primarie pubbliche dell’Uruguay gli alunni del quinto e sesto anno, vale a dire nella fascia di età fra dieci e dodici anni, hanno la possibilità di frequentare un corso di lingua italiana, inserito a pieno titolo nel programma didattico annuale. Dopo i positivi risultati raggiunti l’anno scorso, il progetto «Introduzione alla lingua italiana» è infatti stato riproposto. Frutto di una proposta della Trentini nel mondo presentata attraverso l’Ambasciata Italiana in Uruguay al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, che lo finanzia, il progetto ha l’obiettivo di avvicinare allo studio della lingua italiana gli studenti degli ultimi anni della scuola primaria dell'Uruguay.

Le scuole interessate sono tredici (una in più dell’anno scorso), 48 sono i corsi attivati (quattro in più) e dodici sono i docenti coinvolti (tre in più), per un totale di circa 1.200 alunni (con un incremento di duecento unità). Le scuole si trovano nelle seguenti località: Florida, Fray Bentos, Maldonado, Melo, Mercedes, Montevideo, Paysandú, Rivera, Salto, Tacuarembó e Trinidad

Si tratta di corsi di livello A1, nei quali l'apprendimento avviene attraverso un approccio integrato tra quattro abilità: leggere, scrivere, ascoltare e parlare. Quest’anno per lo svolgimento delle lezioni viene utilizzato il libro di italiano “Uno, due, tre, stella!”, scritto da Antonella Agostinis, Dirigente Scolastico presso l’Ambasciata d’Italia, e da Angelica Klaus, docente dell’Associazione Trentini nel Mondo, proprio sulla base dell’esperienza maturata “sul campo” l’anno scorso.

Il corso viene organizzato anche in collaborazione con il Departemento de Segundas Lenguas del Ministero dell'Istruzione uruguaiano (ANEP). Per le lezioni digitali è inoltre previsto l'utilizzo della piattaforma "CREA" messa a disposizione dal Ministero dell'Istruzione dell'Uruguay. Attraverso l'utilizzo di materiali didattici vari e coinvolgenti, vengono inoltre presentati anche aspetti della cultura italiana.

Località dove si trovano le scuole interessate ai corsi curricolari di lingua italiana 

Grazie alla convenzione sottoscritta da Trentini nel mondo con la scuola di lingua italiana “Campus Magnolie” di Castelraimondo nelle Marche (www.campusmagnolie.it), è possibile accedere a sconti e benefici esclusivi.

Nel mese di NOVEMBRE 2024 sarà organizzato un gruppo dedicato specificamente ai Trentini nel mondo, i partecipanti a questo gruppo:

  • Avranno una speciale tariffa scontata di 1.050,00 Euro comprensiva di:

    • Alloggio in camera doppia o tripla in appartamento con 5/6 persone, cucina, balcone, telefono, collegamento Wi-Fi e bagno.

    • Corso intensivo di lingua italiana della durata di 70 ore in classi di massimo 14/16 studenti (comprese lezioni itineranti in borghi medioevali, aziende agricole, ecc…).

    • Corso di cultura italiana della durata di 20 ore (lezioni su cinema, musica, storia, usi, costumi e gastronomia).

    • Escursioni nelle Marche e nelle principali città italiane, attività di animazione e tanto altro.

  • Potranno partecipare (con il pagamento di una tariffa aggiuntiva) a una speciale escursione di tre giorni in Trentino, con possibilità di visitare i mercatini di Natale e di conoscere i luoghi di origine in collaborazione con l’Associazione Trentini nel mondo;

  • Potranno concorrere all’assegnazione di tre borse di studio per la partecipazione gratuita al corso.

Per ottenere gli sconti è necessario scrivere “TRENTINI NEL MONDO” nel campo “come ci hai conosciuto” della scheda di iscrizione sul sito (https://www.campusmagnolie.it/iscrizione/) e inviare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. una copia della scheda compilata.

Per richiedere le borse di studio assegnate dall’Associazione Trentini nel mondo è necessario inviare a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

  • Una lettera in cui si indicano i propri dati anagrafici e i propri contatti email e telefonici;

  • Una lettera di motivazione;

  • Scheda di iscrizione al Corso Campus Magnolie;

  • Lettera di referenze da parte del Circolo Trentino.

La borsa di studio sarà erogata a condizione che il corso venga frequentato con successo.

Se non posso venire a novembre?

Nessun problema! Le tariffe scontate sono valide per tutto l’anno 2024 scrivendo “TRENTINI NEL MONDO” nel campo “come ci hai conosciuto”.

Inoltre potrai concorrere all’assegnazione di una ulteriore borsa di studio dedicata ai partecipanti iscritti in altri periodi dell’anno.

Per maggiori informazioni sulle tariffe e sui servizi aggiuntivi si può visitare il sito: https://www.campusmagnolie.it/prezzi/

The mountains are calling and ITTONA must go

JOIN US IN PINZOLO

The XXV Ittona Convention will take place in Pinzolo – Val Rendena.

Emigration is a chapter that has marked the history of Val Rendena, many people emigrated and one of the most significant destinations was North America. The village of Pinzolo is located 800 meters above sea level, is an alpine tourist resort full of signs that pay tribute to emigration like the monument to "Moleta" (grinder) and a series of plates that remind the destination of migrants from Trentino

It is the place where we will meet in September 2024 to celebrate our Trentino heritage.

We look forward to this successful event that will honour the memory of all the Trentino people who migrated to North America and whose families continue to cherish the place that is their heritage and their legacy.





PARTNER

Comune di Pinzolo

Comune di Romeno


Attachments:
FileDescriptionFile size
Download this file (BOOKLET IN PROGRESS 21-02-24.pdf)BOOKLET IN PROGRESS 21-02-24.pdf 2514 kB

Trentini nel mondo è convinta del ruolo insostituibile della scuola come veicolo per trasmettere alle giovani generazioni il messaggio di coraggio, intraprendenza, consapevolezza della propria identità e al tempo stesso apertura interculturale che gli emigrati trentini oggi come ieri offrono alla nostra comunità.

Per questo l’Associazione collabora con scuole primarie e secondarie attraverso proposte diversificate che vanno dalla singola lezione a percorsi più articolati con testimonianze, incontri, materiali audiovisivi, documenti, momenti di ricerca e interazione con gli alunni.

Tra le esperienze più significative degli ultimi anni:

PROGETTI

  • Insegnamento della lingua italiana nelle scuole pubbliche dell'Uruguay

Un progetto, presentato nel 2023 all’Ambasciata Italiana in Uruguay, è finanziato in gran parte dal Ministero degli affari esteri e cooperazione internazionale con il contributo anche di ANEP (Departemento de Segundas Lenguas del Ministero dell'Istruzione uruguaiano), del Circulo Trentino di Montevideo, la Società Italiana di Rivera, la Società Italiana di Salto, l'Associazione Liguri di Salto, l'Associazione Toscani di Salto, la Famèe Furlane di Montevideo e la Camera Mercantile Uruguay - Italia. 

Il progetto propone l’istituzione di corsi curricolari di lingua italiana con l’obiettivo di avvicinare allo studio della lingua italiana gli studenti degli ultimi anni della scuola primaria dell'Uruguay. Si tratta di corsi di livello A1, nei quali l'apprendimento avviene attraverso un approccio integrato tra quattro abilità: leggere, scrivere, ascoltare e parlare. Il progetto prevede lo svolgimento di lezioni in presenza con l'utilizzo di materiale didattico specificamente prodotto per il corso.

Link all'articolo

  • Il liceo Da Vinci incontra la Bosnia (Liceo Da Vinci – Trento) - 2023

  • #mammacheviaggio (Liceo Antonio Rosmini – Trento) – 2023

Da quattro laboratori in occasione dell’assemblea di istituto sul tema “viaggi e culture”, nasce una campagna social con i pensieri degli studenti. L’emigrazione è un viaggio, ma che viaggio! Entusiasmo, curiosità, pericoli e opportunità raccontati in dieci post su instagram.

  • Migranti di ieri e di oggi (Scuola secondaria A. Manzoni – Trento) – 2021/2023

L’associazione collabora al più vasto progetto della scuola dal titolo “Migranti di ieri e di oggi”. Dopo due incontri iniziali in cui abbiamo presentato la storia dell'emigrazione trentina, abbiamo chiesto agli alunni di mettere nero su bianco le loro impressioni, di raccontare cosa li aveva colpiti e interessati, di descrivere la loro idea di emigrazione alla luce anche delle loro esperienze personali e di vita quotidiana. Ne è nata una relazione di scambio che continua ad appassionare e coinvolgere…

 

 

  • Trentino Oltreconfine – (IC Borgo Valsugana, Istituto Degasperi - Borgo Valsugana, Istituto Rosa Bianca -Cavalese)

Un progetto sostenuto dalla Fondazione Caritro (Bando Reti Scuola e Territorio) per mettere in relazione i giovani delle scuole trentine con i loro compagni di Miercurea-Ciuc in Romania creando occasioni di scambio a distanza e di reciproca conoscenza. Un progetto realizzato grazie alla collaborazione del Circolo Trentino di Romania, meta a fine ottocento, di migranti trentini della valle di Fiemme.

Link al sito

TIROCINI

  • Grafica (Istituto Pavoniano Artigianelli)

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

  • Traduzioni spagnolo e inglese (Liceo Linguistico Sophie Scholl – Trento) – 2017 
  • Rassegna stampa storica in lingua inglese (Istituto Marie Curie – Pergine Valsugana) – 2022 
  • Digitalizzazione materiale audiovisivo (Istituto Marie Curie – Pergine Valsugana) - 2022
  • Produzione video in lingua spagnola (Liceo Antonio Rosmini – Rovereto) - 2021
  • Sito “From home to home - storie di emigrazione” (Liceo Antonio Rosmini – Rovereto) - 2021 
  • Wreck on the Wabash, storia di un disastro (Liceo Antonio Rosmini – Rovereto) - 2021
  • E-migr@zione, gestione mostra per la festa provinciale dell’emigrazione (Collegio Arcivescovile – Trento) - 2017

DIDATTICA

  • Lezioni nelle scuole

-          Istituto Martino Martini – Mezzolombardo

-          Liceo scientifico "Galileo Galilei"

-          Centro Enaip – Cles

-          Scuola elementare - Vigo di Ton

-          Scuola elementare - Storo

-          Scuole elementari – Altopiano della Vigolana

-          Scuola elementare - Aldeno

-          Scuole elementari - Primiero e Vanoi

-          Scuole elementari - Val di Sole

-          Scuola elementare - Levico Terme

-          Scuole elementari - Altavalle

Il progetto

Il Trentino è ricchissimo di storie legate all’emigrazione. Storie appassionanti, drammatiche, avventurose, cariche di pathos anche nella loro semplicità, molto attuali e ricche di significato, ma che sono state in qualche modo dimenticate.

La coscienza collettiva sembra convinta di trovarsi per la prima volta di fronte al fenomeno della “migrazione”, mentre è ben radicata nella sua storia, e sembra del tutto inconsapevole di ciò che è stato vissuto e di quello che i propri avi hanno passato.

Da qui l’idea di creare un punto di distribuzione di storie, dove con facilità si possa accedere a brevissimi aneddoti da leggere su due piedi in una breve pausa dalla routine quotidiana. Il distributore “fisico” è collocato nel centro storico di Trento, ma attenzione! E’ itinerante e ogni tanto farà la sua comparsa anche in altre località Trentine.

Le storie sono suddivise tra Sud America, Nord America, Australia e Europa (mete principali dell’emigrazione trentina, anche se non esclusive), e sono scritte su piccole lettere riposte in cassette delle lettere. Storie di emigrazione di ieri e di oggi, poichè dal Trentino non si è mai smesso di partire. Aneddoti, impressioni, pensieri, idee, osservazioni del migrante, biografie o racconti di viaggio, cronache del quotidiano e delle novità del nuovo mondo, nostalgia per casa e notizie sugli avvenimenti, su ciò che si stava vivendo e che oggi ci sembra un’impresa straordinaria. Per conoscere una storia basterà aprire la bussola delle lettere, e dopo averla letta si potrà o conservarla e portarla con sé, o riporla nel distributore per lasciarla “libera” di esser letta da altri. Ma MAI dovrà essere buttata! Aiutaci a non sprecare e a non lasciare le storie al vento!

Su ogni storia, così come sulla macchina è riportato il QRcode che porterà il lettore a seguire il viaggio su questo sito, per conoscere altre storie, sapere come va a finire qualche storia interrotta e approfondire.

Inoltre, ognuno potrà lasciare le proprie storie! Come?

Ai piedi del distributore ci sarà una cassetta per la raccolta di storie nuove oppure a questo link inviandole direttamente dal sito.

Ogni persona è coinvolta in qualche modo nel fenomeno migratorio, che sia lei stessa ad esser partita, un familiare, un amico, un antenato o un figlio, ieri o oggi, non c’è persona che non porti con sé qualche storia di partenze o ritorni.

La volontà è quella di riconsegnare alla comunità una porzione del proprio passato molto attuale, con la giusta prospettiva e consapevolezza di ciò che è stato, ma anche di informare e far riflettere su un fenomeno che ha ripreso forza, al punto che nel 2018 la Provincia di Trento è prima in Italia per nuovi emigrati in proporzione alla popolazione residente. Per un turista di passaggio, significa entrare in contatto con un aspetto poco visibile della storia locale, che ha reso un popolo di montagna protagonista di un fenomeno che ha coinvolto tutta Italia e Europa.

Molte storie, arrivando direttamente dai discendenti degli emigrati, raccontano anche delle comunità all’estero e di come il Trentino sia vivo oggi su 4 contenenti grazie al mantenimento, conservazione e trasmissione, di lingua, valori, tradizioni e storie tipiche.

Il distributore sarà quindi cuore del “Trentino fuori dal Trentino”, punto di scambio, raccolta e consegna di storie sopite pronte ad essere raccontate.

Si ha quindi la possibilità di entrare in contatto con la realtà dell’emigrazione che l’associazione tiene viva grazie alle iniziative e alle comunità all’estero, mai archiviata poichè sempre attuale.

Il “distributore” è stato progettato e costruito dal gruppo di giovani volontari dell’associazione Trentini nel Mondo.

Si ringraziano in particolare Cathy, Francesco, Matteo, Pietro, Silvia, Thomas che hanno fisicamente costruito e contribuito alla realizzazione del distributore, e si ringrazia di cuore chi ha inviato storie e documenti per alimentarlo e tenerlo vivo!

Fai click per accedere al sito: